Blog: http://nostradamus.ilcannocchiale.it

Un fallimento militare senza precedenti

Obama ha annunciato il ritiro di 33.000 soldati entro 15 mesi, giustificandolo con il fatto che i talebani erano stati sconfitti e un nuovo esercito avrebbe garantito la sicurezza dell'Afghanistan.
Queste menzogne sono servite a coprire l'ennesimo fallimento militare degli Stati Uniti. I cittadini americani, infatti, si sono lamentati a lungo per le risorse sottratte al Paese, i democratici insistono per un ritiro più rapido, i talebani controllano il territorio, i militari uccisi hanno scosso l'opinione pubblica e lo scontro di civiltà si è risolto con la sconfitta di chi lo aveva voluto.
D'altra parte i leader militari avrebbero dovuto prevedere che le loro truppe si sarebbero impantanate in un territorio immenso difeso da guerriglieri abilissimi nella tattica di sfiancare il nemico.
Con le somme spese, inoltre, per bombardare l'Afghanistan, costruire fortilizi, ambasciate e ponti e realizzare un esercito locale si poteva risolvere la crisi del debito e risparmiare la vita di migliaia di innocenti afgani.

Pubblicato il 26/6/2011 alle 11.31 nella rubrica geopolitica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web