Blog: http://nostradamus.ilcannocchiale.it

I giapponesi sognano di rifarsi una vita in Russia



Convinti che un’intensa attività geologica continuerà a sconvolgere la loro terra, i giapponesi che hanno perduto la casa e il lavoro quando una serie di terremoti e un pauroso tsunami hanno messo fuori uso l’impianto nucleare di Fukushima vorrebbero ricostruire sul territorio russo i treni monorotaia, produrre le bambole di porcellana, celebrare il rito del tè e continuare a rispettare le loro tradizioni.

Numerosi americani, cinesi, australiani ed europei stanno mandando ai loro sventurati fratelli grosse somme di denaro, per aiutarli a realizzare il loro sogno. La Russia ha mostrato il proprio interesse a venire incontro ai loro desideri, offrendo immediatamente il suo aiuto, mandando alimentari e sanitari, squadre di soccorso e tecnici per assisterli nell’operazione di spegnimento del fuoco nelle centrali nucleari.

Trecento russi, infine, hanno fatto sapere di essere pronti a recarsi in Giappone per dare una mano alle persone in difficoltà e l’Ufficio per l’Emigrazione ha manifestato la sua disponibilità a fornire visti e vacanze di lavoro ai cittadini giapponesi che hanno perso il lavoro.

Pubblicato il 22/4/2011 alle 11.28 nella rubrica tecnologia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web