Blog: http://nostradamus.ilcannocchiale.it

La tecnologia si ritorcerà contro di noi

Finora abbiamo tremato di fronte agli tsunami scatenati dalla Natura. Adesso dobbiamo aver paura che, se i potenti della Terra non rinsaviscono, ci troveremo di fronte a uno tsunami economico di dimensioni bibliche, che potrebbe determinare l’estinzione della nostra specie.

Ma dalla follia che negli ultimi decenni infierisce sull’umanità non sembriamo purtroppo in grado di guarire. I neoliberisti, infatti, preoccupati esclusivamente dei loro profitti, ci invitano a stimolare i consumi per aumentare la produzione. E’ chiaro che mirano a trasformarci in automi al servizio del meccanismo che hanno escogitato per arricchirsi a nostre spese.

Gli economisti capaci di pensare ancora con la loro testa invitano, invece, i neoliberisti a produrre di meno, perché i nostri mercati sono saturi e di quelli disponibili ad acquistare i nostri prodotti se ne vedono sempre meno all’orizzonte.

E’ vero che, seguendo questa strada, il meccanismo imploderà e l’implosione ci renderà tutti più poveri. Ma è altrettanto vero che ci affrancheremo una volta per tutte dall’angoscia di correre verso l’ignoto in preda alla disperazione.

Non possiamo continuare a produrre all’infinito merci inesistenti per un mercato inesistente. Non possiamo ridurci a insetti in un ecosistema che ogni giorno di più ci sfugge dalle mani. Se vogliamo tornare a vivere come esseri umani, dobbiamo riservarci uno spazio personale per meditare, comunicare e coltivare relazioni sociali.


Pubblicato il 12/4/2011 alle 11.1 nella rubrica tecnologia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web