Blog: http://nostradamus.ilcannocchiale.it

Il 12 e il 13 giugno votiamo SI per dire NO



Ai referendum del 12 e 13 giugno votiamo SI per dire NO al nucleare, alla privatizzazione dell'acqua e al legittimo impedimento.

I referendum dobbiamo pubblicizzarli noi. Berlusconi non farà passare gli spot né in Rai né a Mediaset, perché, se riuscissimo a raggiungere il quorum, lo scenario per lui sarebbe drammatico.

Se passa il SI per dire NO al nucleare, gli amici imprenditori di Berlusconi non potranno arricchirsi con i nostri soldi a scapito della nostra salute.

Se passa il SI per dire NO alla privatizzazione dell'acqua, gli amici imprenditori di Berlusconi non potranno arricchirsi lucrando su un bene di prima necessità.

Se passa il SI per dire NO al legittimo impedimento, Berlusconi non può dire che la maggioranza degli elettori è con lui. Sarà, pertanto, costretto a dimettersi.

Perché si raggiunga il quorum e il referendum passi, è sufficiente che vadano a votare 25 milioni di persone.

Se non saremo noi a fare propaganda, nessuno saprà che si vota il 12 e 13 giugno, nessuno andrà a votare, il referendum non raggiungerà il quorum e non passerà, mentre Berlusconi resterà al suo posto, diventerà ancora più ricco insieme ai suoi amici imprenditori, tutto resterà come prima e noi poveri cittadini resteremo fregati ancora una volta.

Decidiamoci una volta per tutti a mandare Berlusconi a casa. Diamo la massima pubblicità al referendum del 12 e 13 giugno, parlandone o mandando mail a parenti, amici, conoscenti e colleghi.

Se avete fissato le vacanze per i primi di giugno, rinviatele di qualche giorno. E’ un piccolo sacrificio che vale la pena di fare.

Serviamoci del Passaparola!

Pubblicato il 9/4/2011 alle 19.11 nella rubrica tecnologia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web