Blog: http://nostradamus.ilcannocchiale.it

I cattolici americani sono favorevoli ai matrimoni gay



Un nuovo sondaggio scopre che la maggioranza dei cattolici americani sostengono i diritti dei gay. In dettaglio, il 53% ritiene che abbiano il diritto di sposarsi e il 35% sono favorevoli alle Unioni Civili. Solo il 20% è contrario al riconoscimento di qualsiasi relazione omosessuale.

Dallo stesso sondaggio, inoltre, è venuto fuori che il 39% non è d’accordo con la chiesa per il modo in cui tratta il problema dell’omosessualità, il 56% crede che questa non sia un peccato e il 71% sostiene il matrimonio tra gay, a condizione che sia celebrato da un ufficiale dello Stato Civile.

In una successiva conferenza, tenuta per commentare i risultati del sondaggio, il dott. Dillon, professore di sociologia e presidente dell’omonimo dipartimento presso l’Università del New Hampshire, ha detto che questi risultati dimostrano che l’atteggiamento della società americana nei confronti dei gay sta cambiando rapidamente e che tra i cattolici americani e il vaticano si sta scavando un solco.

"La maggior parte degli americani pensa – ha proseguito l’illustre studioso – che si possa essere buoni cattolici e non andare d’accordo con gli insegnamenti del vaticano. Il matrimonio tra omosessuali, il divorzio e la fecondazione artificiale sono diventati argomenti sui quali i credenti hanno il diritto di formarsi delle opinioni personali."



Pubblicato il 26/3/2011 alle 20.5 nella rubrica diritti civili.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web