Blog: http://nostradamus.ilcannocchiale.it

Un Paese sempre piĆ¹ misogeno

Il clero cattolico è affetto da una inguaribile misoginia, come dimostrano chiaramente le parole e gli scritti del fondatore del cristianesimo, dei Papi, dei Padri e dei Dottori della Chiesa e persino dei suoi Riformatori.
Il persistere di questo atteggiamento odioso, che denota la sua incapacità di adeguarsi alla evoluzione della società, ha incoraggiato autorevoli esponenti della Lega a proclamare che avrebbero bloccato la diffusione della RU 486.
Questa volta, tuttavia, la risposta dei politici favorevoli alla promozione dei diritti civili non si è fatta attendere. Il segretario del PD, il Ministro della Salute e l'onorevole Prestigiacomo, infatti, hanno ribattuto che nessuno -  neppure il Papa, come ha ribadito più tardi l'on. Cacciari - può incitare i cittadini a non accettare le leggi dello Stato. L'onorevole Ignazio Marino ha detto che i politici non possono intromettersi nella relazione professionale tra medico e paziente. E il Presidente della Camera ha fatto notare che il Parlamento non c'entra niente con la pillola abortiva, la cui vendita peraltro è stata autorizzata dall'agenzia europea del farmaco.
La frettolosa marcia indietro dei due esponenti leghisti dimostra chiaramente che ribattere colpo su colpo agli attacchi della maggioranza è un atteggiamento che paga.
Da quando la Nuova Europa si è assunto l'impegno di tutelare le minoranze, i tentativi di tenerle in scacco per assoggettarle alla loro volontà si configurano sempre più come una lotta contro i mulini a vento.

Pubblicato il 3/4/2010 alle 9.15 nella rubrica diritti civili.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web