.
Annunci online

nostradamus
l'informazione vi distruggerà
4 maggio 2011
Obama racconta frottole e gli italiani se le bevono
    

Il Guardian mostra due foto, una di Bin Laden vivo e l’altra di un arabo morto, per convincere l’osservatore che ritraggono la stessa persona. Ma si tratta di un fotomontaggio ed è stato realizzato con tanta imperizia che la manipolazione salta subito all’occhio.

La stragrande maggioranza dei commentatori politici suppone che il cadavere gettato a mare dagli americani non fosse quello di Bin Laden e che se ne siano liberati in tutta fretta, perché nessuno potesse trovarlo e dimostrare che avevano detto il falso. Solo i media italiani, salvo rare eccezioni, hanno accettato a scatola chiusa la versione ufficiale del governo degli Stati Uniti.

Se pensiamo alle ultime guerre scatenate nei Paesi arabi, ci ricordiamo che le storie che ci hanno raccontato sui coraggiosi eroi che avrebbero ammazzato i malvagi nemici dell’America non erano vere, come non lo è quella di cui parliamo, perché è una storia che non ha senso.

Vi ricordate di Jessica Lynch, l’eroina americana che fece fuori da sola dozzine di soldati iracheni, fu ferita e curata in un ospedale in cui, a rischio della propria vita, si introdussero numerosi militari americani per salvarla? Vi ricordate che in seguito si scoprì che erano tutte fantasie?

Tornando a Bin Laden, vi pare possibile che fosse disarmato e senza guardie del corpo? Non vi sembra strano che gli americani si siano liberati dell’unica prova che avevano per dimostrare che quello che raccontano è vero? Vi sembra possibile che abbiano mostrato rispetto per le tradizioni religiose del loro peggior nemico?

Per quanto mi riguarda, mi sembra assurdo rintracciare una persona, ammazzarla, portare il suo cadavere su una nave distante 1.000 chilometri dal luogo del ritrovamento, celebrare i suoi funerali e buttarlo a mare nello spazio di poche ore. E sono convinto che lo sembri anche a voi.

6 gennaio 2010
La catastrofe del sistema monetario

 

Le cause della crisi  http://www.youtube.com/watch?v=WNTh8iBO3No

Dopo quindici anni di sprofondamento nella barbarie, banchieri, promotori finanziari, politici e usurai non hanno trovato ancora la forza di arrestare, o almeno rallentare, la loro corsa folle verso il baratro della catastrofe monetaria..
Ignorando le esortazioni dei veri economisti a smetterla con l'espansione del credito, i governi continueranno allegramente a stampare carta moneta senza copertura, finanziare grandi opere, aprire nuovi fronti di guerra, produrre merci inutili, aumentare le tasse, far lievitare i prezzi, mentre la società si disgrega e gli economisti interessati si sprecano nel dare consigli non richiesti agli investitori sempre più depressi.
Falliranno così migliaia di aziende e ai lavoratori licenziati non resterà che tornare a coltivare la terra e barattarne i prodotti con amici e parenti. Gli aerei non partiranno per mancanza di cherosene. Il turismo di massa resterà un lontano ricordo. I senzatetto troveranno riparo alle intemperie nelle carrozze dei treni. Si comunicherà con i tamburi e i fili di fumo.
I cieli delle città saranno neri per lo smog. Drogati, prostitute, rapinatori e trans si accoltellerano per la conquista del teritorio.
Quando si saprà che i derivati sono slegati dall'economia reale, saranno ritirati i soldi dalle banche e tutti malediranno il momento in cui hanno cominciato a investirli.
I default a catena degli Stati li convinceranno a ritirare le loro truppe da tutti i fronti di guerra. Ma non avendo i fondi necessari per farlo si limiteranno a dire loro di arrangiarsi.
Esasperati dalla incapacità dei loro governanti, i cittadini riempiranno le loro cantine di armi. Aumenteranno i disordini e ci saranno decine di attentati compiuti da torme di disoccupati, squilibrati e disadattati. I governanti assolderanno migliaia di body guard, ma questi non saranno in grado di difendere la loro incolumità.




permalink | inviato da 1870 il 6/1/2010 alle 15:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE