.
Annunci online

nostradamus
l'informazione vi distruggerà
14 novembre 2009
La misura è colma

Non è una questione di chi ha il Potere, ma di come lo esercita.
Una "democrazia" che non ti garantisce la sicurezza sociale e ti toglie la libertà di esprimerti e di manifestare fa nascere nei cittadini un sentimento di collera, che si diffonde come i cerchi nell'acqua.

A un certo punto la repressione diventa controproducente, perché rende incoercibile la volontà di ribellarsi. Negli ultimi giorni, infatti, si possono leggere sui blog migliaia di email del seguente tenore: "Adesso basta con le leggi ad personam", "La politica non è l'interesse di una singola persona", "Finiamola con le ingiustizie", "Basta con i servi e i ruffiani", " La Costituzione non si tocca".
La protesta sale inarrestabile. La volontà di lotta degli onesti non può essere fiaccata. La misura è colma.
Questo governo vuole istaurare un regime, per avere le mani libere nella rivolta che si scatenerà quando saranno varate le misure per superare la crisi economica.
E' arrivato il momento di compattarci dietro la bandiera dell'antiberlusconismo.
Il 5 dicembre partecipiamo numerosi alla manifestazione promossa dalla Rete per esporre il nostro dissenso verso coloro che ci stanno portando alla rovina.
L'evento sarà ricordato come una tappa fondamentale del ritorno del nostro Paese alla legalità.
Organizzamo un tam tam mediatico, per portare in piazza centinaiaia di migliaia di persone.
La soluzione dei nostri problemi può venire solo dal basso. Il 5 dicembre sarà il nostro 14 luglio.

Link al video del 5 dicembre
http://www.youtube.com/watch?v=_hQIVE-62Ys

28 ottobre 2009
NO Berlusconi Day

Questo governo ha in animo di instaurare un regime, per avere mano libera nella repressione della rivolta che sarà scatenata dalle misure che si appresta a varare per superare la crisi economica.

I tagli alla spesa sociale, i licenziamenti ad libitum, gli attacchi sempre più rozzi alle toghe rosse, agli insegnanti fannulloni e alla Costituzione e i ripetuti tentativi di imbavagliare l'informazione libera mirano ad abbattere gli incrollabili baluardi che i nostri Padri hanno posto a tutela della giustizia sociale e della libertà.
La casta unita nella difesa a oltranza dei suoi privilegi ha escogitato le sigle PDL, PD, UDC per confondere l'elettorato e dividere l'opposizione.
Finiamola dunque di parteggiare per questo o quel partito e ricompattiamoci dietro la bandiera dell'unità antifascista. Continuare a litigare tra di noi significa fare il suo gioco. 
Sabato  5 dicembre partecipiamo numerosi alla manifestazione promossa dalla Rete. Chiediamo le dimissioni del Presidente del Consiglio. Esprimiamo il nostro dissenso nei confronti di un governo che ci sta portando alla rovina.

I sondaggi favorevoli all'alleanza con lDV, SL e PRC ci inducono a sperare che il PD ripensi la sua linea politica e realizzi una autentica alternativa, fornendo il suo appoggio a un evento che sarà ricordato come una tappa fondamentale del ritorno alla legalità del nostro Paese.
L'obiettivo è di portare in piazza milioni di manifestanti. Organizziamo un tam tam mediatico per il suo conseguimento. 
La soluzione dei problemi del Paese può venire solo dal  basso.

Link al video Di Beppe Grillo

http://www.youtube.com/watch?v=gZ-_CqO8hVY&feature=related 

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE