.
Annunci online

nostradamus
l'informazione vi distruggerà
5 aprile 2010
Gli orrori non finiscono mai

Lawrence Grech è stato molestato per anni dai frati che gestiscono l'orfanotrofio di Santa Venera a Malta. Ma, nonostante le sue disperate richieste - riporta la sezione esteri del quotidiano "Il Giornale" di sabato scorso - le autorità ecclesiastiche non si sono precipitate in suo aiuto.
"Un frate mi vestiva da donna - ha raccontato alla stampa l'orfanello, che nel fratello è diventato un giovanotto - mi faceva sedere sulle sue gambe, mi toccava e mi invitava a toccarlo. Un altro frate riceveva altri ospiti dell'orfanotrofio nel suo letto, li toccava e alla fine ne abusava.
Gradualmente il chiacchiericcio su quanto accadeva in quel luogo insospettabile si era diffuso nell'isola. I familiari delle vittime si rivolsero alle parrocchie. Fu creata una commissione d'indagine, che appurò che i frati coivolti in quel brutto affare erano diverse decine, ma si guardò bene dal denunciarli alla polizia o almeno rimuoverli dal loro ufficio.
Solo nel 2003 un assistente sociale venne a conoscenza degli abusi. Fu aperta un'inchiesta, che la Chiesa locale cercò invano di fermare. Tre frati confermarono le deposizioni dei giovani alla polizia, ma attenuarono le loro responsabilità con delle scuse inverosimili,  come quelle che si inventano ei bambini sopresi con le mani nelle marmellata. "Un giorno mi sono trovato nudo con uno di loro"... "Non ho potuto resistere"... "Ho seguìto un programma di recupero"... "Adesso sono diventato sensibile ai problemi delle vittime".
Un altro frate, invece, Goldwin Scelli, si rifugiò in Vaticano, dove un arcivescovo, pur essendo a conoscenza dei suoi trascorsi, lo prese sotto la sua ala protettrice.
Ultimamente Lawrence si è rivolto in Vaticano, ma non gli hanno risposto. Allora i maltesi hanno cominciato a organizzare proteste di massa, per ottenere dal Parlamento che venissero  istituiti un registro dei pedofili e una commissione che facesse piena luce sugli aspetti oscuri della vicenda. Ma hanno visto soddisfatta solo la prima richiesta, per cui la loro rabbia non è sbollita e, quando il Papa tra non molto visiterà l'isola, non si asterranno dal mostrargli la loro determinazione a conoscere la verità.
Intanto una domanda insistente come il rintocco di una campana stonata continua a correre da tempo sull'onda del web. "La Chiesa cattolica è al di sopra della legge?"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alessandro capece cronache laiche

permalink | inviato da 1870 il 5/4/2010 alle 10:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
3 aprile 2010
Un Paese sempre più misogeno

Il clero cattolico è affetto da una inguaribile misoginia, come dimostrano chiaramente le parole e gli scritti del fondatore del cristianesimo, dei Papi, dei Padri e dei Dottori della Chiesa e persino dei suoi Riformatori.
Il persistere di questo atteggiamento odioso, che denota la sua incapacità di adeguarsi alla evoluzione della società, ha incoraggiato autorevoli esponenti della Lega a proclamare che avrebbero bloccato la diffusione della RU 486.
Questa volta, tuttavia, la risposta dei politici favorevoli alla promozione dei diritti civili non si è fatta attendere. Il segretario del PD, il Ministro della Salute e l'onorevole Prestigiacomo, infatti, hanno ribattuto che nessuno -  neppure il Papa, come ha ribadito più tardi l'on. Cacciari - può incitare i cittadini a non accettare le leggi dello Stato. L'onorevole Ignazio Marino ha detto che i politici non possono intromettersi nella relazione professionale tra medico e paziente. E il Presidente della Camera ha fatto notare che il Parlamento non c'entra niente con la pillola abortiva, la cui vendita peraltro è stata autorizzata dall'agenzia europea del farmaco.
La frettolosa marcia indietro dei due esponenti leghisti dimostra chiaramente che ribattere colpo su colpo agli attacchi della maggioranza è un atteggiamento che paga.
Da quando la Nuova Europa si è assunto l'impegno di tutelare le minoranze, i tentativi di tenerle in scacco per assoggettarle alla loro volontà si configurano sempre più come una lotta contro i mulini a vento.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alessandro capece cronache laiche

permalink | inviato da 1870 il 3/4/2010 alle 9:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
30 marzo 2010
Monicelli ha ragione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 Il liberismo selvaggio ha reso precarie le condizioni economiche delle masse. I Francesi hanno deciso di cambiare e hanno votato per il Partito Socialista. Gli italiani, che avrebbero potuto fare la stessa scelta, hanno preferito, invece, astenersi. Che cosa ha determinato un atteggiamento così differente?
Il PD, ritenuto a torto un partito di sinistra, mira in effetti a restaurare la Democrazia Cristiana, alleandosi con gli ex DC! Infatti, la sigla "PD", per gli addetti ai lavori, vuol dire Partito Democristiano e non Partito Democratico.
Ma gli italiani non voterebbero per il PD neanche se i suoi leader dichiarassero di aver deciso di tornare a sinistra, perché ha abbandonato da tempo la centralità del lavoro, la difesa dei più deboli e delle minoranze perseguitate, la promozione dei diritti civili, la legalità costituzionale e il pacifismo, che erano i suoi cavalli di battaglia tradizionali.
Non possiamo dare addosso dunque a quelli che si sono astenuti, in quanto sono stati costretti a farlo per la mancanza di una valida alternativa. Non è possibile accettare, infatti, un governo al quale non importa niente dei problemi del Paese né una opposizione che ha obbliquamente abiurato al suo ruolo.
Il PD dovrebbe cambiare. Sono tanti quelli che lo vorrebbero, ma non lo farà mai. Ha avuto tutto il tempo per farlo e non ha mai neppure accennato a questa possibilità. 
Nei prossimi giorni assisteremo a una nuova ondata di inciuci, voti di scambio, accordi sottobanco, comportamenti inspiegabili. L'astensione quindi aumenterà in percentuali sempre più alte ad ogni tornata elettorale.

Al punto in cui siamo arrivati i nostri problemi non possono essere più risolti dalla politica. Aveva ragione Monicelli, quando è intervenuto nel programma di Santoro giovedì scorso.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alessandro capece cronache laiche

permalink | inviato da 1870 il 30/3/2010 alle 16:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
29 marzo 2010
Protest the Pope

Pope scandal 

A dispetto delle parole con le quali i membri della Chiesa Cattolica cercano di contenere la crisi determinata dalle incessanti notizie di abusi sessuali perpetrati dai loro sacerdoti in tutto il mondo, le manifestazioni di protesta che chiedono le dimissioni del Papa vanno avanti ovunque.
Un articolo molto interessante recentemente apparso su MAILONLINE
(cerca  il link in fondo alla pagina)  ci informa, infatti, che numerosi parenti delle vittime hanno manifestato davanti alla Cattedrale di Westminster, per chiedere le dimissioni del Papa e preannunciargli cha a settembre organizzeranno una lunga serie di presìdi affollatissimi con l'intento di mostrare al mondo che non gradiscono la sua visita.
L'acuirsi della tensione è stato determinato dal fatto che in questi giorni sono state presentate altre denunce di stupri, a volte collettivi e andati avanti per decenni, in Germania, Austria, Irlanda, Florida e Francia, dove un prete, che attirava gli adolescenti nella sua abitazione, mostrando loro film pornografici e foto di bambini violentati, è imputato per "assalti indecenti" a un giovane corista della sua parrocchia.
I manifestanti, che issavano cartelli con le scritte "Papa dimettiti" e "Il Papa ha coperto i preti pedofili", hanno detto che alcuni esponenti della Chiesa Cattolica, abbarbicati al potere come naufraghi alla nave che affonda, cercano di scaricare  le loro enormi responsabilità su coloro che denunciano i loro abusi, sostenendo che fanno il lavoro del diavolo.

Link del MAILONLINE
"www.daylymail.co.uk/news/article-1261365/Westminster-Cathedral/protest-calls-Popes-resignation-child-sex-scandal.html"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alessandro cape cronache laiche

permalink | inviato da 1870 il 29/3/2010 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE