.
Annunci online

nostradamus
l'informazione vi distruggerà
30 aprile 2011
L'inflazione negli USA porterà alla terza guerra mondiale


Gli economisti statunitensi prevedono che entro l’anno i consumatori dovranno far fronte a un rapido incremento dei prezzi delle merci, in particolare degli alimentari, dell’abbigliamento e dei carburanti. Una svalutazione del dollaro di tale portata non si verificava da decenni. I prezzi al consumo, infatti, stanno crescendo al ritmo di oltre il 10% annuo.

Questo spiega l’accanimento con cui l’Amministrazione Obama sta cercando di abbattere i regimi libico e siriano. Vogliono fermare gli investimenti della Russia e della Cina nei Paesi arabi e impedire agli stessi di inserirsi ulteriormente nel contesto mediorientale.

L’obiettivo è ambizioso, ma difficilmente raggiungibile. Il superamento dell’economia USA da parte della Cina, infatti, è una questione di mesi e lo sviluppo potenziale di questo Paese, come di quello della Russia, è smisurato, mentre il debito americano è inarrestabile e le sue industrie non hanno più mercati nei quali riversare la loro sovrapproduzione. Questa miscela estremamente infiammabile prenderà fuoco quando la disoccupazione farà ancora un balzo in avanti.

L’unica via d’uscita per gli Stati Uniti sarebbe quella di smetterla di indebitarsi, ma non avranno mai il coraggio di farlo. Aumenteranno, invece, ulteriormente il loro debito e, quando si troveranno con l’acqua alla gola, scateneranno una serie di guerre contro i loro creditori, per saldare i conti senza pagare le spese.

Quando, tuttavia, verrà il momento di aggredire Russia e Cina le loro condizioni economiche non glielo consentiranno. Saranno costretti allora a rassegnarsi alla fine del loro impero.

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE