.
Annunci online

nostradamus
l'informazione vi distruggerà
7 maggio 2011
Le guerre di Sarkozy hanno ridotto in miseria i pensionati francesi


I miliardi di euro finora spesi dalla Francia per le guerre coloniali hanno determinato le proteste dei pensionati, che si sono visti ridurre il loro tenore di vita.

­I francesi avevano già mandato 20.000 soldati nelle “missioni di pace” in Libano, Kosovo ed Emirati Arabi. Oggi sono coinvolti in Libia, Costa d’Avorio e Afghanistan. Il bilancio della difesa è in continua crescita, mentre la spesa sociale è stata pesantemente tagliata. Il governo dice ai pensionati che devono stringere la cinghia, ma poi spende 30 miliardi di euro l’anno per la difesa, costringendoli a scegliere tra nutrirsi o tenere i termosifoni accesi.

L’ex premier francese Dominique de Villepin sostiene che Sarkozy avrebbe dovuto aderire alla missione di pace in Libia e Costa d’Avorio, rispettando lo spirito della risoluzione 1973. Se adesso sta pagando un duro prezzo, è perché ha voluto superare i limiti che erano stati imposti ai volenterosi.

I francesi si lamentano che hanno lavorato tutta la vita per una pensione dignitosa e che nessun politico ha chiesto loro se preferivano rinunciare allo Stato Sociale in cambio di una serie di guerre insensate.

L’avventura in Libia potrebbe avere un prezzo politico molto alto per Sarkozy. A meno di un anno dalle prossime elezioni presidenziali, i francesi stanno valutando le sue promesse di rompere con il passato e fare la riforme necessarie per il Paese.

Un giornalista di politica internazionale ha detto che, quando ha saputo dei piani per intervenire in Siria, si è chiesto se il Presidente ha preso atto che oltre i due terzi della popolazione francese è ostile alla sua politica.

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE