.
Annunci online

nostradamus
l'informazione vi distruggerà
18 novembre 2009
L'acqua è di tutti

Servizio-idrico 

I nostri problemi sono nati nel momento in cui abbiamo delegato la sovranità a rappresentanti indegni della nostra fiducia. 
Questi, infatti, hanno privato i giovani del diritto allo studio, al lavoro e alla vita, facendoci tornare indietro di tre secoli, quando i legislatori inglesi concessero ai condannati l'habeas corpus, cioè il diritto di presentare una petizione per essere processati al più presto.
Si rifiutano di discutere dei diritti civili di cui godono da tempo i cittadini dei Paesi membri della UE. Intendono privarci del diritto di dissentire, acquisire informazioni dalla Rete e votare per il candidato che preferiamo.
Hanno privatizzato tutto e adesso hanno messo le mani sull'acqua, un bene essenziale per la collettività, proprio mentre i francesi hanno ammesso di avere sbagliato quando hanno dato le reti idriche in gestione ai privati.
Se lo immaginano cosa accadrà quando l'acqua costerà magari dieci o venti volte più di quanto non costa oggi? Lo sanno cosa è successo in Bolivia, quando la gente non ha potuto dissetarsi?
Questi attacchi furibondi alla democrazia ci devono convincere che è arrivato il tempo di imparare a gestire la nostra informazione

Scuola Pubblica e Stato Sociale efficienti, vacanze in bicicletta, riciclo dell'usato, gruppi di acquisto solidale, energie rinnovabili e democrazia diretta dovranno diventare le nostre icone.  
Senza una rivoluzione culturale il sistema politico ci ingabbierà come polli nelle stie e farà di noi quello che vorrà.
Adesso basta con i partiti. E' tempo che la parola passi al popolo.

Boliviani senza acqua
http://video.libero.it/app/play?id=64144251aec54104da1cf2a8d0943a8d




permalink | inviato da 1870 il 18/11/2009 alle 11:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE